10 giugno 2020
Saremo in pochi - Viafarini Open Studio


Giuseppe Buzzotta, Chiara Capellini, Matteo Costanzo, Nicola Facchini, David Michel Fayek, Francesco Fontana, Liana Ghukasyan (Armenia), Elettra Gorni, Guildor, Julia Krahn (Germania), Francesca Migone, Mitikafe, Miriam Montani, Ludovico Orombelli, Muriel Paraboni (Brasile), Claudia Petraroli, Vera Pravda, Martina Rota, Thomas Soardi, Daniela Spagna Musso, Lucy Jane Turpin (Sud Africa), Virgilio Villoresi, Andreas Zampella, Vincenzo Zancana.

SAREMO IN POCHI

Negli studi di Viafarini una giornata di visite agli studi, in piccoli gruppi che si succedono in visite guidate dagli stessi artisti in residenza presso gli spazi, nell’arco dell’intera giornata dalle 10.00 alle 20.00.

Saremo in pochi: in realtà il titolo avrebbe dovuto essere SaXremo in tanti e l’evento si sarebbe dovuto tenere subito a ridosso di Sanremo, sembra essere passato un secolo, saremo giocoforza in pochi ma ben organizzati. 

A VIR Viafarini-in-residence un focus sulla pittura con i lavori di: Giuseppe Buzzotta, Chiara Capellini, Nicola Facchini, Gianmarco Falcone, Francesco Fontana, Liana Ghukasyan, Francesca Migone, Ludovico Orombelli, Mattia Sinigaglia, Lucy Jane Turpin, Andreas Zampella in dialogo con l'installazione-archivio Inversione di volo I di Miriam Montani, le sedimentazioni e stratificazioni dell’installazione To Strip (Strato Zero) di Vincenzo Zancana, l'installazione Santuario di Claudia Petraroli e il corpus di installazioni, sculture e illustrazioni digitali Dissecting Disguise di Thomas Soardi.

Ad Archivio Viafarini Vera Pravda presenta Artbreathing | Cosmocromie, live painting con pittura anti-smog e il progetto online /Confini/, una narrazione collettiva per una riflessione sul concetto di confine, Matteo Costanzo inaugura l'installazione ambientale self_redemption room, Martina Rota presenta la scultura I desideri sono le mie terre promesse e la paura scongiurata di non restare più abbracciata al tuo dito, David Michel Fayek la sua ricerca sui flussi energetici e la prossemica delle folle, l'artista brasiliano Muriel Paraboni propone Still Life video studio preliminare sull'omonimo genere pittorico, Julia Krahn, Daniela Spagna Musso e Mitikafe raccontano le rispettive ricerche tra fotografia e installazione, Guildor presenta Original Reality (Pilot) una lettura della realtà nel paradigma della serialità, Elettra Gorni una serie di litografie, Laura Gutman i suoi collage, il regista e artista Virgilio Villoresi presenta l’installazione cinetica Zoetrope.

La giornata è realizzata in collaborazione con senzatitolo., che in questa occasione avvia il progetto studiovisit. 
studiovisit. è pensato come invito all’approfondimento, all’incontro diretto con l’artista e il suo ambiente di lavoro, sia in presenza che in digitale. In studiovisit. a ciascun artista è associata una pagina - quasi una moodboard - in cui collezionisti, curatori, istituzioni, appassionati e artisti possono navigare in modo fluido tra i vari contenuti. I classici materiali di presentazione, come curriculum, biografia, statement e immagini delle opere, vengono integrati con contenuti inediti di varia natura. studiovisit. è uno dei modi con cui senzatitolo. supporta i giovani e gli esordienti.