24 aprile - 11 maggio 2013
Angelo Sarleti, Antologia
a cura di Valerio Borgonuovo e Silvia Franceschini

Con il contributo di Fondazione Cariplo e Gemmo SpA.

È la personale di Angelo Sarleti dal titolo ANTOLOGIA il primo appuntamento di ANOMALI, un'indagine a medio termine in collaborazione con Viafarini DOCVA sul Presente e l'Italia a cura di Valerio Borgonuovo e Silvia Franceschini, che coinvolge artisti nati tra la fine degli anni '70 e gli inizi degli anni '80 nelle cui ricerche è possibile riscontrare l'adozione di specifiche pratiche e strategie finalizzate alla decifrazione del contesto. Concepito come percorso spazio-temporale all’interno di quel mondo speculativo che ha recentemente generato la più grande crisi finanziaria della storia moderna, ANTOLOGIA è innanzitutto il risultato di un inedito processo autoriale di scomposizione e ricomposizione di quattro ipotesi concettuali ed espositive – precedentemente elaborate da Angelo Sarleti – in un unico ma più esaustivo (e antologico) dispositivo complesso sviluppato dall’artista assieme ai curatori. Da questo riferimento prende spunto il titolo della mostra che, focalizzandosi su di un periodo piuttosto recente (circoscrivibile tra il 2007 e il 2009) ma non ancora del tutto compreso, lo ripercorre attraverso quei fatti, o ancora meglio quei 'brani', le cui conseguenze si sono espanse nell'economia reale degenerando nell'attuale crisi del debito, oggi spettro nefasto per l'equilibrio sociale di interi stati democratici.

Nel tentativo di testare la capacità dell’arte di 'decifrare' secondo registri e codici linguistici propri l'astrattezza di quei soggetti 'forti', di quei modelli 'incisivi' di cui si compone il Reale e di cui l'Arte non può disinteressarsi, Angelo Sarleti persegue e complessizza da tempo (e nel caso specifico di ANTOLOGIA, mediante un murale, un video, una scultura e una serie di dipinti) una sofisticata e rigorosa strategia di ricerca e restituzione di ogni possibile relazione o corrispondenza (finanche esoterica) tra soggetto dell'indagine e mezzo con cui la si conduce, nell'intento di giungere a un plausibile 'aumento' degli strumenti interpretativi della realtà. Durante i giorni della mostra è prevista presso la sede di Viafarini DOCVA e altre sedi in via di definizione una serie di incontri e di iniziative interdisciplinari coordinate e condotte dall'artista e dai curatori.

Intervista di Damiano Gullì su Artribune

Veduta dell'allestimento.
Foto di Davide Tremolada

Veduta dell'allestimento.
Foto di Davide Tremolada

PIIGS o sui paesi europei a rischio d'insolvenza, 2013
acrilico su parete, dimensioni ambientali
Foto di Davide Tremolada

Veduta dell'allestimento.
Foto di Davide Tremolada

Tarp/Trap o sul piano di salvataggio delle banche americane, 2012, olio su tela, 130 x 110 cm
Foto di Davide Tremolada

Global Liquidity o sugli investimenti mondiali di denaro liquido, 2012
pigmento e olio su tela
130 x 110 cm
Foto di Davide Tremolada

Shadow Monolith o sul sistema bancario ombra, 2012
foglia oro e olio su tela
130 x 110 cm
Foto di Davide Tremolada

Global Liquidity o sugli investimenti mondiali di denaro liquido, 2012 (dettaglio)
Foto di Davide Tremolada

Tarp/Trap o sul piano di salvataggio delle banche americane, 2012 (dettaglio)
Foto di Davide Tremolada

Shadow Monolith o sul sistema bancario ombra, 2012 (dettaglio)
Foto di Davide Tremolada

Black Book o sull'evasione fiscale italiana, 2013
carta foglia oro su legno
150 x 19 x 21 cm
Foto di Davide Tremolada

Black Book o sull'evasione fiscale italiana, 2013, (dettaglio)
Foto di Davide Tremolada

Black Book o sull'evasione fiscale italiana, 2013, (dettaglio)
Foto di Davide Tremolada

Black Book o sull'evasione fiscale italiana, 2013, (dettaglio)
Foto di Davide Tremolada

Star o sulle medie imprese italiane quotate in borsa, 2012
animazione video, loop
Foto di Davide Tremolada

Angelo Sarleti (Reggio Calabria, 1979. Vive e lavora a Milano). Tra i suoi più recenti e significativi progetti espositivi, le personali MAMMONA (2012), Bilionaires (2009) e Not here (2006), realizzate presso la galleria ARTRA di Milano; mentre tra i progetti collettivi, nel 2011 Becoming rather then being presso NABA Nuova Accademia di Belle Arti (Milano), Careof DOCVA (Milano) e Vessel (Bari), nel 2008 Arrivi e Partenze, Mole Vanvitelliana (Ancona), e nel 2004 Empowerment Cantiere Italia, Museo d’arte contemporanea di Villa Croce e Palazzo Bombrini (Genova). Tra i programmi di residenza e workshop internazionali a cui ha preso parte, Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets nel 2006 presso la Dena Foundation for Contemporary Art di Parigi e Networking, Prato nel 2003 (visiting professor Meshac Gaba). Nel 2011 Angelo Sarleti si è inoltre occupato di realizzare e curare le infografiche per l'annuario scientifico dell'IRCCS Fondazione Don Gnocchi, Milano.

Angelo Sarleti - "Mammona", Galleria Artra (2012)
ATPdiary Blog