2014
Intercultura - Capitolo 5 Attività attività attività

La Fabbrica del dialogo con il SUQ delle Culture

Quando Patty si trovò a frequentare il nuovo spazio di Mascherenere/Sunugal alla Fabbrica del Vapore, dopo la riqualificazione, provò una grande soddisfazione. Le sembrava che si fosse fatto tanto con poco, quei 150 metri quadri erano diventati un luogo elegante. Modou le aveva fatto fretta, giustamente gli eventi non potevano attendere, non si poteva perdere tempo in discussioni sui materiali da ordinare per la scala o sul colore del parquet, eppure quando i lavori furono conclusi, furono entrambi soddisfatti, ciascuno a modo suo e per i propri motivi. Patty aveva ambizioni estetiche e progettuali, Modou poteva finalmente svolgere le sue attività in uno spazio funzionale per cui gli facevano i complimenti.
Si susseguivano spettacoli che riuscivano ad appassionare un pubblico multicolore e multietà.

Olivier Elauti, laboratorio teatrale di Mascherenere

Rufin Doh, attore

Laboratorio di teatro con Rufin Doh

Uno dei corsi organizzati da Balla Nar Ndiaye Rose in varie sedi cittadine dove i tamburi non disturbano

Balla Nar Ndiaye Rose, musicista

Balla Nar Ndiaye Rose, laboratorio di animazione rivolto ai bambini

Mohamed Ba durante una interpretazione teatrale

Proseguirono le attività con i bambini, così importanti tra gli obiettivi di Mascherenere/ Sunugal: corsi di tamburi, corsi di teatro, e giochi, spesso coordinati dal grande Giorgio Reali, che con l’Accademia del Gioco Dimenticato condivideva le avventure alla Fabbrica del Vapore. Giorgio avrebbe lottato fino alla fine con idee e proposte, fino al febbraio del 2018, quando tragicamente ci lasciò.

Proposta di Giorgio Reali per la Cascina CIQ - Centro Internazionale di Quartiere, 10 febbraio 2018, pochi giorni prima della sua scomparsa

Giorgio Reali conduce un laboratorio negli spazi di Mascherenere

Nio Far, progetto di Paolo Lodigiani a cadenza annuale in occasione del Salone del Mobile, 2014

Il Festival dell’amicizia italo-senegalese NIO FAR (“stare insieme” in lingua wolof) giunge quest’anno alla sua terza edizione. L’iniziativa è nato, grazie ad un’idea e al contributo di Paolo Lodigiani, con lo scopo di approfondire i legami di reciproca conoscenza e simpatia fra la vivace e attiva comunità senegalese di Milano e la cittadinanza si pone lo scopo di fornire una “vetrina” alle attività culturali e artistiche di un paese di cui si ha ancora spesso un’immagine troppo stereotipata o folcloristica. L’organizzazione è stata affidata alla Cooperativa Sociale ONLUS LaFucina (www.lafucina.org) in parternariato con le associazioni Sunugal (www.sunugal.it) e Mascherenere (www.mascherenere.it) che insieme a Paolo hanno realizzato le due edizioni precedenti presso la Fabbrica del Vapore di Milano con un buon successo di pubblico e di gradimento.
Intorno all'idea iniziale di NIO FAR si sono sviluppati alcuni progetti e programmi di cooperazione e di lavoro comune per dare voce e spazio a progetti di co-sviluppo, cooperazione e imprenditoria che hanno raggiunto traguardi importanti e che possono diventare un modello della positiva amicizia tra Italia e Senegal.

Certi che la consueta allegria senegalese e la creatività italiana se messe veramente ‘insieme’ possono offrire nuovi spunti e nuovi modelli di economia e cambiamento!

Nio Far, progetto in occasione del Salone del Mobile negli spazi di Mascherenere alla Fabbrica del Vapore, 2014

Nené Ribeiro, musicista

Le attività si susseguirono frenetiche: dai laboratori teatrali al Mixitè Music Festival che si propone di far incontrare e dialogare, in accostamenti insoliti, generi musicali differenti; e poi il Laboratorio Permanente di Musica del Mondo che, grazie alla collaborazione tra Sunugal e Nicola Arata, ha elaborato il progetto di un incubatore di word music che possa creare un dialogo profondo tra le tradizioni e la contemporaneità della musica italiana e quella del Senegal. 

Nicola Arata, compositore e polistrumentista, durante un workshop alla Fabbrica del Vapore

Luisella Valtorta assiste a uno spettacolo nello spazio di Mascherenere

Pubblico intergenerazionale allo spazio TU di Mascherenere/Sunugal, Fabbrica del Vapore, 2014

Intanto alla Fabbrica fervevano le attività, la più grossa delle quali fu La Fabbrica del Dialogo con il Suq delle Culture di Milano, che si tenne da aprile 2015 –al marzo 2016 e che comprendeva varie azioni (laboratori, eventi, incontri) dedicati a promuovere l’attivismo culturale dei giovani e nuovi cittadini attraverso il confronto e la partecipazione. Nato dall’incontro tra le Associazioni Sunugal Mascherenere con Chance Eventi, Suq Genova, produsse grandi cose, anche se con le solite incomprensioni e difficoltà tra organizzazioni partner, così usuali nel mondo del nonprofit.

Roberto Infurna e Luca Grillone con Modou Gueye, al SUQ delle Culture all'interno della Fabbrica del Vapore, ottobre 2015

Concerto in occasione di SUQ delle culture, 27 settembre - 4 ottobre 2015, Milano, Fabbrica del Vapore.
None

Tra le altre, Sunugal organizzò al DOCVA i propri corsi professionalizzanti "Training for Social Innovation", progetto per il rafforzamento delle competenze, a cura di Linda Pasina.

Bando di partecipazione per "Training for Social Innovation"

"Training for Social Innovation", ciclo di formazione a cura di Linda Pasina, Archivio DOCVA, 2017

Nel frattempo, Modou e i suoi soci presero parte a progetti di Viafarini, come la Mobilità transazionale per lo sviluppo delle imprese culturali e creative, finanziato da Regione Lombardia, oppure Engage Public School for social engagement in artistic research, finanziato da Fondazione Cariplo, fino al progetto Engage TV, che si era ispirato al programma video Bella lì di Modou.


Intercultura - Capitolo 1 Modou Gueye
2020
Intercultura - Capitolo 22 Il Giardino delle Meraviglie
2019
Intercultura - Capitolo 19 Un anno dopo: le attività fioriscono
2019
Intercultura - Capitolo 18 I 50 anni di Modou
2019
Intercultura - Capitolo 20 L’insonorizzazione e la Fondazione
2019
Intercultura - Capitolo 21 Il marchio
2018
Intercultura - Capitolo 15 L'inaugurazione
2018
Intercultura - Capitolo 16 Oslo
2018
Intercultura - Capitolo 17 DouDou Ndiaye Rose e Youssou N'Dour
11 - 20 ottobre 2017
ENGAGE Public School for Social Engagement in Artistic Research
a cura di Viafarini in collaborazione con Sunugal


con il Patrocinio di Comune di Milano
con il Patrocinio di Ministero MiBACT
con la collaborazione di Assessorati Educazione e Politiche Sociali
con la collaborazione come ambasciatori sociali di FabriQ - Incubatore di Innovazione Sociale del Comune di Milano
con il contributo di Fondazione Cariplo.

ENGAGE
è un programma di formazione e ricerca, rivolto ad artisti italiani e internazionali, invitati a spendere un periodo di residenza e lavoro a Milano tra l'11 e il 20 ottobre, in dialogo con mediatori socioculturali, con l'obiettivo di sperimentare modalità innovative di interazione della ricerca artistica e della sfera sociale nello spazio cittadino.

ENGAGE prende la forma della Public School, modello già sperimentato a livello internazionale, basato sull'interazione orizzontale e non gerarchica tra artista, mediatore culturale e comunità.

 

2017
Intercultura - Capitolo 14 L'economia della ristrutturazione
2016
Intercultura - Capitolo 13 La Cascina
2015
Intercultura - Capitolo 12 Ricordi di viaggio
2014
Intercultura - Capitolo 4 Immigrati che cooperano
2014
Intercultura - Capitolo 6 Frequentazione dello spazio, Gis Gis e Rauss
2014
Intercultura - Capitolo 7 Sankara
2014
Intercultura - Capitolo 9 La residenza
2014
Intercultura - Capitolo 10 Il viaggio in famiglia
2014
Intercultura - Capitolo 11 Acqua e fuoco al villaggio
2014
Intercultura - Capitolo 8 Africa Rivista
2013
Intercultura - Capitolo 3 La collaborazione
2013
Intercultura - Capitolo 2 L'incontro