La storia dell'Archivio - 1

Mission dell'Archivio.

L'esterno.


Il cortile.


L'interno.


La sede in origine.


Lo spazio.


Gli incontri.


La fondazione.


Patrizia Brusarosco all'Archivio.


Foto di Giancarlo Norese (anni Novanta).


Il tentativo di membership.


Juliet, Flash Art.


Convenzione con il comune di Milano.


La sede dell'Archivio negli anni Novanta.


Alessandra e Monica. Foto di Mario Gorni.


Gli uffici del DOCVA.


Giulia Brivio, Patrizia Brusarosco e Giulio Verago.
None

Logo DOCVA.


Logo Viafarini DOCVA.


Il sito,


contemporaneo_doc DOCVA al museo MAXXI.


Patrizia Brusarosco e Maurizio Cattelan.


Il nuovo ufficio.


Il nuovo ufficio.


Il nuovo ufficio.


L'archivio.


L'archivio.


Mihovil Markulin, Giulio Verago e Patrizia Brusarosco.


Giulio Verago, Giulia Brivio e Mihovil Markulin.


Comunicato DOCVA al Museo del Novecento.


Rapporto con Exibart.


Numero speciale Work a cura di Fabio Cavallucci.



La Storia dell'Archivio - 4 - Comunicazione della programmazione
La Storia dell'Archivio - 3 - Italian Area


Italian Area nasce con lo scopo di documentare online la scena artistica italiana, con particolare attenzione all'opera degli artisti emersi dalla fine degli anni '80 ad oggi. Gli artisti sono selezionati tra quelli promossi dalle più importanti istituzioni italiane e straniere, nonché tra coloro che hanno contribuito a determinare l'attuale scena artistica.

La Storia dell'Archivio - 2 - CD-ROM Archivio '97


L’Archivio di Viafarini è nato nel 1991 con lo scopo di documentare la ricerca artistica e in particolare per la raccolta di materiale informativo sul lavoro degli artisti attivi in Italia, ma anche per consigliare e divulgare la ricerca dei giovani artisti. L’Archivio è strumento per curare l’attività espositiva dello spazio ed è anche aperto alla consultazione di artisti, curatori, gallerie e quanti interessati. Nel 1995 Careof e Viafarini hanno avviato una collaborazione con il Comune di Milano Progetto Giovani per offrire servizi di documentazione – l’Archivio, la Biblioteca, la Banca Dati Opportunità ArtBox – e organizzare workshop e conferenze.

Grazie alla collaborazione con l’artista Umberto Cavenago, i materiali sono stati catalogati e digitalizzati in banche dati off-line. Nel 1997 è stato prodotto un CD-ROM che pubblicava 4.000 opere di 248 artisti attivi in Italia ed è stato distribuito a critici, galleristi e musei.